Malattie Croniche

Le malattie croniche si caratterizzano per il fatto di presentare sintomi che perdurano nel tempo, talvolta in maniera costante e altre con fasi di remissione parziale e di riacutizzazione. Per queste malattie le terapie possono portare miglioramenti ma non sono risolutive. La malattie croniche possono essere tra loro molto diverse:
cardiopatie, ictus, tumori, diabete, malattie respiratorie, malattie neurologiche e neurodegenerative, disturbi muscolo-scheletrici, difetti di vista e udito e alcune malattie genetiche, solo per citare alcuni esempi. Possono anche essere di origine virale, come AIDS ed l'epatite.
Numericamente l’incidenza di queste patologie è di molto superiore a quella delle malattie rare.

Secondo l’OMS in Europa le malattie croniche provocano almeno l’86 per cento dei morti e il 77 per cento del carico di malattia.Per questo motivo la lotta alle malattie croniche rappresenta una priorità della Salute Pubblica, sia nei Paesi più ricchi che in quelli poveri. Di qui la necessità di investire nel controllo di queste malattie ma anche nella prevenzione. Le malattie croniche rappresentano anche un problema per la necessità di un diverso modello assistenziale dispetto alle malattie 'acute': le cronice prevedono, infatti, la presa in carico dei pazienti sul territorio e l'assistenza lungo tutto il decorso della malattia. In Italia l’incidenza sempre più alta delle patologie croniche ha portato le istituzioni a definire un Piano nazionale della prevenzione; a tal fine nel 2007 è stato approvato il programma ‘Guadagnare Salute’ che, in linea con una strategia comune europea intende promuovere una serie di progetti e iniziative di prevenzione e comunicazione sull'argomento.

Le malattie croniche in Italia danno diritto all'esenzione della partecipazione al costo delle prestazioni sanitarie correlate.

 

Le ultime News sulle Malattie Croniche

Alzheimer, prosegue lo studio di fase III sul farmaco sperimentale AZD3293

Prosegue lo studio di fase II/III condotto su AZD3293, un farmaco sperimentale che blocca la beta secretasi (BACE), un enzima che si ritiene sia coinvolto nell’eziopatogenesi della malattia Alzheimer.

Sat, 30 Apr 2016 22:52:42 +0200
Malattie coronariche, l’endometriosi ne aumenta il rischio fino al 200%

L'endometriosi aumenterebbe il rischio complessivo per qualsiasi malattia coronarica (CHD) del 62% in generale, fino ad arrivare alla notevole quota del 200% in donne di età pari o inferiore a 40 anni. Il dato, confermato laparoscopicamente, proviene dall’analisi di un ampio studio prospettico longitudinale di coorte - il Nurses’ Health Study 2 – ed è stato pubblicato online su Circulation: Cardiovascular Quality and Outcomes.

Sat, 30 Apr 2016 22:01:12 +0200
Alzheimer, a maggio a Milano cure e assistenza odontoiatriche per i pazienti

Parte dal prossimo mese di maggio il nuovo progetto “assistenza odontoiatrica per malati di Alzheimer”, avviato grazie all’Associazione Alzheimer Milano in collaborazione con l’Ospedale Luigi Sacco, con l’obiettivo di migliorare la qualità di vita dei malati e dei loro familiari.

Fri, 29 Apr 2016 22:50:31 +0200
Sclerosi multipla e CCSVI, dal primo maggio parte la settimana della consapevolezza

L’Associazione CCSVI nella Sclerosi Multipla Onlus rinnova il suo impegno a favore della ricerca e dei malati di Sclerosi multipla e Insufficienza Venosa Cronica Cerebrospinale, celebrando dal primo all’8 maggio,  in tutta Italia, la seconda edizione della ‘Settimana della consapevolezza sulla CCSVI’.

Fri, 29 Apr 2016 22:25:55 +0200
Esofagite eosinofila, studiosi USA svelano l'origine proteica dei danni all'esofago

Qualche anno fa, un team di scienziati americani ha scoperto che l'esofagite eosinofila (EoE), una rara forma di malattia infiammatoria cronica che colpisce l'esofago e che è tipicamente scatenata da un'ipersensibilità allergica a determinati cibi, sembra essere strettamente legata all'attività del gene CAPN14, responsabile della produzione della 'calpaina 14'. Oggi, lo stesso gruppo di ricercatori ha ulteriormente chiarito il ruolo di questa proteina nello sviluppo dei danni esofagei associati ad EoE, aprendo la strada a nuove potenziali strategie terapeutiche per la patologia.

Thu, 28 Apr 2016 22:37:47 +0200
ADHD, nuova formulazione del farmaco Vyvanse® in via di approvazione negli USA

USA – Shire ha recentemente presentato alla Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti una richiesta ufficiale di approvazione (NDA, New Drug Application) per una nuova formulazione di Vyvanse® (lisdexamfetamina dimesilato) in compresse masticabili. Il principio attivo è da tempo in vendita in capsule deglutibili per il trattamento del 'disturbo da deficit di attenzione e iperattività' (ADHD), uno dei più comuni disordini psichiatrici dell'età infantile.

Thu, 28 Apr 2016 22:33:20 +0200
I generici per l'epatite C potrebbero non arrivare mai in Italia. Parola del dg Aifa Luca Pani

Il numero uno dell'Agenzia del farmaco è stato categorico. Ecco le ragioni della scelta

“Sarà molto difficile che in Italia vengano somministrati farmaci generici destinati alle terapie per l'epatite C”. Luca Pani, direttore generale dell'Agenzia italiane del farmaco, è stato quasi categorico. Durante il convegno organizzato la settimana scorsa a Roma da Eupati-Accademia dei pazienti ha cercato di fare chiarezza su un fenomeno spesso circondato da informazioni parziali. Qui il programma dell'interessante iniziativa ospitata nei saloni dell'hotel Ergife. Il medico cagliaritano ha rimarcato che non c'è nessun complotto delle case farmaceutiche: “Ci troviamo di fronte a un mercato regolato e garantito da una normativa sulla tutela dei brevetti avente portata internazionale. La proprietà intellettuale, soprattutto nel campo della ricerca scientifica è qualcosa di molto serio. Chi accetterebbe di fare investimenti per poi mettere a rischio le sue scoperte o lasciarle prive di tutele?”.

Wed, 27 Apr 2016 11:45:59 +0200
Nefrite lupica, polimorfismi marker predittivi di risposta alla ciclofosfamide

Secondo i risultati di uno studio pubblicato online su Journal of Rheumatology, tre polimorfismi a singolo nucleotide (SNP) che interessano il locus genico FCGR2B-FCRLA sarebbero associati alla diversità di risposta alla ciclofosfamide (CYC) osservata in pazienti affetti da nefrite lupica.

Thu, 21 Apr 2016 22:56:00 +0200
Sclerosi multipla, nuovi dati positivi da alemtuzumab

Cambridge, Mass. – Sanofi Genzyme, la divisione di Sanofi specializzata in numerose aree terapeutiche tra cui le malattie rare e la sclerosi multipla, annuncia che saranno presentati al 68° meeting annuale della American Academy of Neurology (AAN), nuovi risultati sull’atrofia cerebrale emersi da un trial clinico in corso con alemtuzumab. Saranno anche resi noti nuovi dati di uno studio esplorativo che dimostrano l’impatto di alemtuzumab sulle fibre nervose retiniche.

Thu, 21 Apr 2016 22:49:29 +0200
Epatite C, nuovi dati su elbasvir/grazoprevir

Barcellona – Nei prossimi mesi, i pazienti europei con infezione da virus dell’epatite C, genotipo 1 e 4, potrebbero avere a disposizione una nuova opzione terapeutica: Zepatier™, sviluppato da MSD, che dopo essere stato approvato negli Stati Uniti e in Canada, è in attesa di ottenere l’autorizzazione all’immissione in commercio da parte dell’Unione Europea.

Thu, 21 Apr 2016 22:22:00 +0200
Leggi tutte le news...