Malattie Croniche

Le malattie croniche si caratterizzano per il fatto di presentare sintomi che perdurano nel tempo, taltvolta in maniera costante e altre con fasi di remissione parziale e di riacutizzazione. Per queste malattie le terapie possono portare miglioramenti ma non sono risolutive. La malattie croniche possono essere tra loro molto diverse:
cardiopatie, ictus, tumori, diabete, malattie respiratorie, malattie neurologiche e neurodegenerative, disturbi muscolo-scheletrici, difetti di vista e udito e alcune malattie genetiche, solo per citare alcuni esempi. Possono anche essere di origine virale, come AIDS ed l'epatite.
Numericamente l’incidenza di queste patologie è di molto superiore a quella delle malattie rare.

Secondo l’OMS in Europa le malattie croniche provocano almeno l’86 per cento dei morti e il 77 per cento del carico di malattia.Per questo motivo la lotta alle malattie croniche rappresenta una priorità della Salute Pubblica, sia nei Paesi più ricchi che in quelli poveri. Di qui la necessità di investire nel controllo di queste malattie ma anche nella prevenzione. Le malattie croniche rappresentano anche un problema per la necessità di un diverso modello assistenziale dispetto alle malattie 'acute': le cronice prevedono, infatti, la presa in carico dei pazienti sul territorio e l'assistenza lungo tutto il decorso della malattia. In Italia l’incidenza sempre più alta delle patologie croniche ha portato le istituzioni a definire un Piano nazionale della prevenzione; a tal fine nel 2007 è stato approvato il programma ‘Guadagnare Salute’ che, in linea con una strategia comune europea intende promuovere una serie di progetti e iniziative di prevenzione e comunicazione sull'argomento.

Le malattie croniche in Italia danno diritto all'esenzione della partecipazione al costo delle prestazioni sanitarie correlate.

 

Le ultime News sulle Malattie Croniche

Il percorso del paziente in terapia anticoagulante orale: l’importanza del rapporto ospedale e territorio

Oggi al Gemelli medici e pazienti per il corso formativo e informativo dedicato a gestione e trattamento delle terapie antitrombotiche

Roma –  Gli anticoagulanti orali sono farmaci in grado di mantenere il sangue più fluido in modo da prevenire la comparsa di trombi e coaguli all’interno delle vene e delle arterie. Discutere e analizzare le novità nella gestione della terapia antitrombotica è l’obiettivo principale del Corso di formazione ‘Il percorso del paziente in terapia anticoagulante orale: cosa è cambiato davvero’ che si svolgerà oggi, venerdì 27 febbraio, presso il Policlinico universitario ‘Agostino Gemelli’ di Roma (Aula Brasca, inizio lavori ore 9.00).

Fri, 27 Feb 2015 00:16:11 +0000
Maculopatia, disatteso il diritto alla cura di 65mila pazienti

Sono 65 mila i pazienti affetti da maculopatia che potrebbero rischiare la cecità, per colpa del mancato accesso alle cure e dei limiti posti agli oculisti nel praticare il trattamento antivitreale.

Thu, 26 Feb 2015 23:51:24 +0000
Encefalopatia epatica, approvata rifaximina-alfa 550 mg

Bologna - Via libera del National Institute for Health and Care Excellence (NICE) a rifaximina-alfa 550 mg, trattamento innovativo per l’encefalopatia epatica (EE), una patologia neuropsichiatrica grave, associata alla malattia epatica, che incide pesantemente sulla qualità e l’aspettativa di vita dei pazienti. Ne soffrono circa 200.000 persone in Europa; in Italia si stima che ogni anno circa 9.000 pazienti vengano ospedalizzati a causa della malattia.

Thu, 26 Feb 2015 23:19:56 +0000
Autismo, un progetto europeo per lo sviluppo di politiche assistenziali unitarie e condivise

Il progetto s’intitola ‘I Disturbi dello Spettro Autistico in Europa (ASDEU)’ ed è rappresentato in Italia dalla Fondazione Stella Maris

E' iniziato nei giorni scorsi il più grande progetto europeo che vuole dare un percorso coerente sotto il profilo della salute e della qualità di vita alle persone con autismo, dalla nascita e lungo tutta la loro esistenza. La Fondazione Stella Maris è l’Istituto che rappresenta l’Italia in questo progetto, intitolato ASDEU (Disturbi dello Spettro Autistico in Europa) il cui scopo è quello di sviluppare politiche assistenziali unitarie e condivise per le persone con autismo in tutto l’arco della loro vita.

Thu, 26 Feb 2015 23:10:42 +0000
Epatite C, in Toscana nessuna limitazione ai trattamenti con farmaci innovativi

La Regione prevede di spendere 50 milioni di euro. Coinvolti già 235 pazienti

In Toscana non c'è nessuna limitazione relativa all'utilizzo dei nuovi farmaci per il trattamento dell'epatite C. Lo afferma Luigi Marroni, assessore per il diritto alla salute della giunta presieduta da Enrico Rossi. In Toscana il trattamento con il sofosbuvir è stato attivato dall'agosto 2014 con un accesso per uso compassionevole, cioè con la fornitura gratuita da parte del produttore, in seguito al mancato accordo economico tra l'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) e la ditta produttrice, la Gilead.

Wed, 25 Feb 2015 23:33:24 +0000
Leggi tutte le news...